ITALIANO

A.    ASCOLTO E PARLATO

     

  1.     Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo, conversazione, discussione) rispettando i turni di parola
        Comprendere l’argomento e le informazioni principali di discorsi affrontati in classe.

  2.     Ascoltare testi narrativi ed espositivi mostrando di saperne cogliere il senso globale e riesporli in modo comprensibile a chi ascolta.

  3. Comprendere e dare semplici istruzioni su un gioco o un'attività conosciuta.

  4. Raccontare storie personali o fantastiche rispettando l’ordine cronologico ed esplicitando le informazioni necessarie perché il racconto sia chiaro per chi ascolta.

  5. Ricostruire verbalmente le fasi di un’esperienza vissuta a scuola o in altri contesti. 

B.    LETTURA

  1.  Padroneggiare la lettura strumentale (di decifrazione) sia nella modalità ad alta voce, curandone l’espressione, sia in quella silenziosa.

  2. Prevedere il contenuto di un testo semplice in base ad alcuni elementi come il titolo e le immagini; comprendere il significato di parole non note in base al testo.  

  3. Leggere testi (narrativi, descrittivi, informativi) cogliendo l'argomento di cui si parla e individuando le informazioni principali e le loro relazioni.

  4. Comprendere testi di tipo diverso, continui e non continui, in vista di scopi pratici, di intrattenimento e di svago.

  5.     Leggere semplici testi di divulgazione per ricavarne informazioni utili ad ampliare conoscenze su temi noti.

  6.     Leggere semplici e brevi testi letterari, sia poetici sia narrativi, mostrando di saperne cogliere il senso globale.

C.    SCRITTURA

  1.         Acquisire le capacità manuali, percettive e cognitive necessarie per l’apprendimento della scrittura;

  2. Scrivere sotto dettatura curando in modo particolare l’ortografia;

  3. Produrre semplici testi funzionali, narrativi e descrittivi legati a scopi concreti (per utilità personale, per comunicare con altri, per ricordare, ecc.) e connessi con situazioni quotidiane (contesto scolastico e/o familiare);

  4. Confrontare testi per coglierne alcune caratteristiche specifiche (ad es. maggiore o minore efficacia comunicativa, differenze tra testo orale e testo scritto, ecc.);

  5. Comunicare con frasi semplici e compiute, strutturate in brevi testi che rispettino le convenzioni ortografiche e di interpunzione.
     

D.   ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

  1.       Confrontare testi per coglierne alcune caratteristiche specifiche […];

  2. Effettuare semplici ricerche su parole ed espressioni presenti nei testi, per ampliare il lessico d’uso;

  3. Comprendere in brevi testi il significato di parole non note basandosi sia sul contesto sia sulla conoscenza intuitiva delle famiglie di parole;

  4. Ampliare il patrimonio lessicale attraverso esperienze scolastiche ed extrascolastiche e attività di interazione orale e di lettura;

  5. Usare in modo appropriato le parole man mano apprese
        

E.   Elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della

      lingua

  1.     Confrontare testi, per cogliere alcune caratteristiche specifiche (ad es. maggiore o minore efficacia comunicativa, differenze tra testo orale e testo scritto, ecc.).

  2. Effettuare semplici ricerche su parole ed espressioni presenti nei testi, per ampliare il lessico d’uso.

  3. Riconoscere se una frase è o no completa, costituita cioè dagli elementi essenziali (soggetto, verbo, complementi necessari).

  4. Prestare attenzione alla grafia delle parole nei testi e applicare le conoscenze ortografiche nella propria produzione scritta. 

Obiettivi Specifici di Apprendimento

Fine classe TERZA  

A.    ASCOLTO E PARLATO

     

  1.     Interagire in modo collaborativo in una conversazione, in una discussione, in un dialogo su argomenti di esperienza diretta, formulando domande, dando risposte e fornendo spiegazioni ed esempI;

  2. Formulare domande precise e pertinenti di spiegazione e di approfondimento durante o dopo l'ascolto.

  3.     Comprendere il tema e le informazioni essenziali di un’esposizione (diretta o trasmessa); comprendere lo scopo e l'argomento di messaggi trasmessi dai media (annunci, bollettini...).

  4. Comprendere consegne e istruzioni per l’esecuzione di attività scolastiche ed extrascolastiche. 

  5. Cogliere in una discussione le posizioni espresse dai compagni ed esprimere la propria opinione su un argomento in modo chiaro e pertinente. 

  6.     Raccontare esperienze personali o storie inventate organizzando il racconto in modo chiaro, rispettando l'ordine cronologico e logico e inserendo gli opportuni elementi descrittivi e informativi.

  7. Organizzare un semplice discorso orale su un tema affrontato in classe con un breve intervento preparato in precedenza o un’esposizione su un argomento di studio utilizzando una scaletta.
     

B.    LETTURA

  1.      Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad alta voce. 

  2.  Usare, nella lettura di vari tipi di testo, opportune strategie per analizzare il contenuto; porsi domande all'inizio e durante la lettura del testo; cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione.

  3. Sfruttare le informazioni della titolazione, delle immagini e delle didascalie per farsi un’idea del testo che si intende leggere.

  4.  Leggere testi narrativi e descrittivi, sia realistici sia fantastici, distinguendo l'invenzione letteraria dalla realtà.

  5.     Leggere e confrontare informazioni provenienti da testi diversi per farsi un’idea di un argomento, per trovare spunti a partire dai quali parlare o scrivere.

  6. Ricercare informazioni in testi di diversa natura e provenienza (compresi moduli, orari, grafici, mappe ecc.) per scopi pratici o conoscitivi applicando tecniche di supporto alla comprensione (quali, ad esempio, sottolineare, annotare informazioni, costruire mappe e schemi ecc.).

  7.   Seguire istruzioni scritte per realizzare prodotti, per regolare comportamenti, per svolgere un'attività, per realizzare un procedimento. 

  8.     Leggere testi letterari narrativi, in lingua italiana contemporanea, e semplici testi poetici cogliendone il senso, le caratteristiche formali più evidenti, l'intenzione comunicativa dell'autore ed esprimendo un motivato parere personale.

C.    SCRITTURA

  1.     Raccogliere le idee, organizzarle per punti, pianificare la traccia di un racconto o di un’esperienza.

  2. Produrre racconti scritti di esperienze personali o vissute da altri e che contengano le informazioni essenziali relative a persone, luoghi, tempi, situazioni, azioni.

  3.  Scrivere lettere indirizzate a destinatari noti; lettere aperte o brevi articoli di cronaca per il giornalino scolastico o per il sito web della scuola adeguando il testo ai destinatari e alle situazioni.

  4. Esprimere per iscritto esperienze, emozioni, stati d'animo sotto forma di diario.

  5.  Scrivere semplici testi regolativi o progetti schematici per l'esecuzione di attività (ad esempio: regole di gioco, ricette, ecc.).

  6.  Realizzare testi collettivi per relazionare su esperienze scolastiche e argomenti di studio.

  7. Produrre testi creativi sulla base di modelli dati (filastrocche, racconti brevi, poesie).

  8.   Rielaborare testi (ad esempio: parafrasare o riassumere un testo, trasformarlo, completarlo) e redigerne di nuovi, anche utilizzando programmi di videoscrittura.

  9. Sperimentare liberamente, anche con l'utilizzo del computer, diverse forme di scrittura, adattando il lessico, la struttura del testo, l'impaginazione, le soluzioni grafiche alla forma testuale scelta e integrando eventualmente il testo verbale con materiali multimediali.

  10.     Produrre testi sostanzialmente corretti dal punto di vista ortografico, morfosintattico, lessicale, rispettando le funzioni sintattiche dei principali segni interpuntivi.
     

D.   ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

  1.     Comprendere che le parole hanno diverse accezioni e individuare l’accezione specifica di una parola in un testo.
        Comprendere, nei casi più semplici e frequenti, l’uso e il significato figurato delle parole.

  2. Comprendere ed utilizzare in modo appropriato il lessico di base (parole del vocabolario fondamentale e di quello ad alto uso).

  3.  Arricchire il patrimonio lessicale attraverso attività comunicative orali, di lettura e di scrittura e attivando la conoscenza delle principali relazioni di significato tra le parole (somiglianze, differenze, appartenenza a un campo semantico).

  4.  Comprendere e utilizzare parole e termini specifici legati alle discipline di studio.

  5.  Utilizzare il dizionario come strumento di consultazione.
        

E.   Elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della

      lingua

  1.     Conoscere i principali meccanismi di formazione delle parole (parole semplici, derivate, composte).

  2.  Comprendere le principali relazioni di significato tra le parole (somiglianze, differenze, appartenenza a un campo semantico).

  3.  Riconoscere la struttura del nucleo della frase semplice (la cosiddetta frase minima): predicato, soggetto, altri elementi richiesti dal verbo.

  4.  Riconoscere in una frase o in un testo le parti del discorso, o categorie lessicali, riconoscerne i principali tratti grammaticali; riconoscere le congiunzioni di uso più frequente (come e, ma, infatti, perché, quando).

  5. Conoscere le fondamentali convenzioni ortografiche e servirsi di questa conoscenza per rivedere la propria produzione scritta e correggere eventuali errori.

Fine classe QUINTA